Archivi, News

Archivio storico comunale e archivio storico minerario Su Suergiu

L’archivio storico minerario Su Suergiu, trasferito dalla Società Italiana Miniere a Monte Agruxau nel 1987 dopo la cessazione dell’attività mineraria a Villasalto, oggi è di proprietà di IGEA S.p.A.. Nel 1994 è stato dichiarato fondo archivistico di notevole interesse storico e sottoposto a tutela particolare da parte dello Stato e, nel 1998, “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO, unitamente a tutti gli archivi e a tutti i siti minerari sardi del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna. La documentazione conservata, relativa alle miniere di Su Suergiu e Martalai a Villasalto, Corti Rosas a Ballao e ai numerosi permessi di scavo e ricerca nel Sarrabus – Gerrei abbraccia un arco temporale di 108 anni, dal 1884 al 1992, ed è una fonte preziosissima per la ricostruzione della storia economica e socio – culturale del territorio.

L’archivio storico comunale conserva una mole ingente di documentazione (la più antica della quale risalente alla metà del Seicento) e si configura come un complesso di fondi, poiché custodisce non solo la documentazione prodotta dal Comune di Villasalto, ma anche quella appartenente ad altri archivi, tra cui l’archivio della Comunità (cioè la documentazione prodotta dal Consiglio Comunitativo di Villasalto tra il 1723 circa e il 1844 circa), il fondo “Arcangelo Bernardini”, direttore delle Miniere e Fonderie d’Antimonio di Villasalto e del Gerrei dagli anni Venti agli anni Cinquanta del Novecento (donato al Comune di Villasalto da suo nipote Alessandro Bernardini), e il fondo “Miniera Su Suergiu”, quest’ultimo composto dalla documentazione abbandonata dalla Società Italiana Miniere a Villasalto.

I due archivi sono frequentati da storici e ricercatori, da appassionati e da utenti occasionali, da studenti della Scuola primaria e delle Scuole secondarie di primo e secondo grado, e da studenti universitari.

 

 

Condividi questa pagina sui tuoi Social Network! Facebook Twitter Linkedin